italian food experience loading

MINUTOLO: STORIA, ORIGINE E CARATTERISTICHE DI QUESTA UVA PUGLIESE

29 Ott — 2019   Lettura 2 min
Prodotti Puglia

Diversi nostri lettori ci hanno chiesto un approfondimento sul Minutolo, una tipologia di vino pugliese derivante da una varietà di uva coltivata appunto in Puglia, per lo più nella Valle d’Itria. Il vino, noto come Fiano Minutolo, è infatti spesso confuso con il Fiano campano: tale omonimia ha portato a credere che ci fosse una lontana parentela tra i due vitigni, ma studi scientifici hanno fatto chiarezza su questa antica varietà di uva, che ha una propria identità colturale.

Scopriamo storia e caratteristiche del Minutolo, compresa l’origine del suo nome.

 

Uva bianca

 

Breve storia del Minutolo di Puglia

Il Minutolo è una varietà di uva aromatica, coltivata già dal 1200 nel Mezzogiorno d’Italia.

Nel corso dei secoli, la coltivazione di questo vitigno fu pian piano abbandonata e dimenticata a causa della sua ridotta produttività. La sua rinascita si deve ad  alcuni enologi della Valle d’Itria, che qualche anno fa iniziarono il recupero di questa varietà ormai in via di estinzione: da allora si sono susseguite una serie di attività e ricerche che hanno valorizzato il Minutolo, fino a quel momento dimenticato.

 

Le caratteristiche del Minutolo

Il Minutolo possiede specifiche caratteristiche organolettiche: gli acini hanno una polpa gialla, di forma ellittica e dimensioni medio-piccole che conferiscono al vino Minutolo il tipico colore bianco dorato con riflessi ambrati dalla classica brillantezza, mentre i sentori floreali riprendono l’alloro, la salvia e il rosmarino.

La zona di coltivazione è la Valle d’Itria, caratterizzata da suoli calcarei e argillosi, che conferiscono al vitigno – e successivamente alle bacche d’uva – un carico aromatico unico e particolare.

È vinificato sempre più frequentemente in purezza per la produzione di vini secchi e aromatici o di vini spumante di qualità.

 

Origine del nome “Minutolo”

Come già anticipato, date le sue caratteristiche si è creduto per anni che il Minutolo fosse correlato con il Fiano campano e, per questo motivo, i coltivatori pugliesi lo hanno denominato prima come Fiano aromatico, poi come Fianello e più recentemente come Fiano Minutolo.

Solo nel 2001, grazie a specifici studi scientifici, si è giunti alla conclusione che il Minutolo non ha nulla a che vedere con il Fiano campano, bensì presenta parentele con il Moscato bianco e il Moscato di Alessandria.

Al fine di evitare inutili confusioni, quindi, si decise di utilizzare Minutolo come nome ufficiale di questa varietà di uva, oggi molto apprezzata.

COMMENTI

Categorie correlate

Esperienze simili

Prodotti — Emilia-Romagna 3 min

Ciliegie di Vignola, le piccole sfere rosse che sanno di sole

La Ciliegie di Vignola è una varietà di ciliegia IGP detta anche Durone, presente sul mercato e nelle fiere più importanti di ortofrutta.
Storie — Veneto 4 min

Rigoni di Asiago, rispetto dell’uomo e dell’ambiente partendo da storia e territorio

Intervista a Cristina Cossa, Marketing Manager di Rigoni di Asiago, leader nel comparto delle confetture prodotte con il 100% di frutta bio.
Prodotti — Lazio < 1 min

Cesanese del Piglio o Piglio DOCG

Cesanese del Piglio o Piglio DOCG: storia, caratteristiche, zona di produzione e scheda tecnica di questo vino prodotto nel Lazio.

Regioni correlate

Esperienze simili

Itinerari — Puglia 2 min

Vacanze in Salento, il meraviglioso Tacco dello Stivale

Consigli sui luoghi vedere e sui prodotti tipici da provare durante le tue vacanze in Salento, pensiola a sud della Puglia conosciuta come il Tacco dello Stivale.
Storie — Puglia 5 min

Azienda Azzollini, tradizione e innovazione con la coltura idroponica

Intervista a Giuseppe Azzolini, titolare dell'Azienda Agricola Azzollini di Giovinazzo, in provincia di Bari, specializzata nella coltura idroponica.
Storie — Puglia 5 min

Milena Mastropierro, la giovane produttrice dei micrortaggi

Intervista a Milena Mastropierro, founder di Mi Green Food, start-up per la produzione di micrortaggi dalle eccezionali proprietà nutritive e antiossidanti.

Da non perdere

Storie — Basilicata

Pasta di Stigliano, eccellenza lucana del gusto

Intervista a Mimmo Balsano, titolare di “Pasta di Stigliano”, pastificio artigianale lucano che utilizza solo grani locali e strizza l’occhio alla tradizione locale.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di Italian Food Experience.

it Italiano
X