italian food experience loading

Fragola Candonga: dalla Basilicata alla conquista del mondo

8 mar — 2018   Lettura 2 min
Prodotti Basilicata

Tra i primati enogastronomici che la Basilicata offre, ve n’è uno che, ormai da tempo, rappresenta l’eccellenza del made in Italy: parliamo della fragola Candonga Top Quality.

La Planasa è la società che detiene il brevetto di questo prodotto unico.

 

Origini e area di coltivazione della Fragola Candonga

La creazione della fragola Candonga è il risultato di 7 anni di incroci tra diverse varietà, che hanno raggiunto l’eccellente varietà della Candonga, detta anche Sabrosa. Viene coltivata nella zona del Metapontino, luogo suggestivo che ospita il tempio dorico delle Tavole Palatine e un museo archeologico Nazionale.

La fragola Candonga è frutto di incroci naturali e viene raccolta da un numero ristretto di coltivatori, i quali sono iscritti al Club Ufficiale Candonga. Quest’ultimo, diventato nel tempo sempre più grande, si è dimostrato come perno imprescindibile e solida realtà per l’omonima fragola: il club, infatti, ha contribuito alla diffusione della Candonga tramite una campagna significativa di comunicazione, rafforzando il rapporto tra identità di brand e unicità del prodotto.

 

Box di Fragola Candonga

 

Il Metapontino, con il suo terreno e il suo clima, è conosciuto come area vocata alla fragolicoltura. La piana del Metapontino, luogo importante sin dall’antichità, rivela tutta la sua bellezza, per molto tempo sconosciuta all’uomo. La raccolta della Candonga, che va da gennaio a giugno, rispetta pienamente la sostenibilità ambientale, essendo raccolta rigorosamente a mano, mantenendo così il suo sapore e profumo.

La fragola Candonga rispetta la qualità e l’eccezionalità della varietà Sabrosa: la sua forma conica e allungata con acheni piccoli e visibili in superficie la rendono facilmente riconoscibile. Questa fragola non ha rivali proprio per la sua forma elegante, il rosso vivo che la caratterizza e la sua polpa carnosa. A rafforzare la sua supremazia sulle altre varietà di fragole è l’odore pieno e avvolgente.

La Basilicata, con i suoi circa 1000 ettari di coltura dedicata, è la prima produttrice indiscussa di questo unico prodotto, che tra l’8 e il 10 febbraio 2017 a Berlino è stato presentato a Fruit Logistica, importante evento internazionale dedicato ai prodotti ortofrutticoli al quale il club Candonga ha partecipato.

 

 

Produzione della Candonga

La coltivazione della fragola Candonga è sostenibile per l’ambiente poiché,  grazie alla resistenza alle malattie di questo prodotto, permette un uso minimo dei trattamenti: ciò non fa altro che accrescere l’apprezzamento di questo frutto da parte dei consumatori.

La Candonga viene impiegata nell’80% degli impianti su una superficie di 600 ettari. Questo prodotto, così importante per l’economia lucana, rappresenta la varietà più coltivata dai produttori del Sud Italia: si contano, infatti, circa 60 milioni di piante vendute.

 



 

Il protocollo GlobalG.A.P.

Bisogna dedicare anche qualche nota in merito al protocollo GlobalG.A.P. (o EurepGAP). Questo standard nasce nel 1997 con l’obiettivo di garantire il consumatore e i commercianti: la tracciabilità, il rispetto per l’ambiente, le produzioni sicure per il consumatore e la salvaguardia della salute degli stessi.

 

Conclusioni

La Candonga, certificata dallo standard GlobalG.A.P. è destinata ad avere una vita commerciale sempre fiorente, figlia di un luogo incantato e suggestivo come quello lucano del Metapontino, poiché sinonimo di autenticità e unicità. Un elemento in grado di restituire la genuinità del prodotto tipico italiano.

Categorie correlate

Esperienze simili

Prodotti — Veneto 3 min

Radicchio di Treviso: caratteristiche, benefici e tipologie

Radicchio di Treviso: caratteristiche, benefici e tipologie di questa varietà di cicoria che rappresenta uno dei prodotti ortofrutticoli più rinomati del Veneto.
Prodotti — Valle d'Aosta 3 min

Genepì, il liquore d’erbe valdostano che sa di montagna

Descrizione e caratteristiche del Genepì, il liquore d’erbe valdostano ricavato dall’omonima pianta e molto apprezzato per il suo sapore e le sue proprietà.
Prodotti — Liguria 3 min

Chinotto di Savona, l’agrume tipico della Liguria

Le origini, le caratteristiche e la coltivazione del chinotto di Savona, un agrume tipico della Liguria apprezzato in tutto il mondo. Trova vari impieghi in cucina e non solo. Scopriamoli insieme.

Regioni correlate

Esperienze simili

Storie — Basilicata 8 min

Pasta di Stigliano, eccellenza lucana del gusto

Intervista a Mimmo Balsano, titolare di “Pasta di Stigliano”, pastificio artigianale lucano che utilizza solo grani locali e strizza l’occhio alla tradizione locale.
Prodotti — Calabria 3 min

Leucolea, l’antica e rara oliva bianca proveniente dalla Grecia

Caratteristiche principali e utilizzi passati e futuri della leucolea, la rara oliva bianca ovale e polposa ancora coltivata in Toscana, Calabria e Basilicata.
Prodotti — Basilicata 3 min

Un progetto per il ripristino del Suino Nero Lucano in Basilicata

In Basilicata è in atto un progetto per il ripristino del suino nero lucano, razza suina locale dalla quale vengono prodotte carni per consumo fresco e salumi locali vari.

Da non perdere

Storie — Basilicata

Pasta di Stigliano, eccellenza lucana del gusto

Intervista a Mimmo Balsano, titolare di “Pasta di Stigliano”, pastificio artigianale lucano che utilizza solo grani locali e strizza l’occhio alla tradizione locale.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di Italian Food Experience.