italian food experience loading

Chinotto di Savona, l’agrume tipico della Liguria

6 apr — 2018   Lettura 3 min
Prodotti Liguria

Molto apprezzato per qualità e aroma, il chinotto di Savona è un agrume tipico della Liguria che viene coltivato sia sulla fascia costiera che nell’entroterra poco distante dal mare. Noto anche come Citrus myrtifolia, il chinotto di Savona è un agrume del genere Citrus che appartiene alla famiglia delle Rutaceae.

Chinotto di Savona

 

La sua origine non è ancora stata chiarita, ma l’ipotesi più accreditata è che questo agrume, proveniente dalla Cina, sia nato per una mutazione dell’arancio amaro. Fu importato nel sedicesimo secolo da un navigatore savonese, che lo trapiantò sulla costa ligure.

È proprio qui,  in un territorio relativamente ristretto, compreso tra Varazze e Finale Ligure, che il chinotto di Savona viene attualmente coltivato.

 

Coltivazione e lavorazione del chinotto di Savona: le origini

La coltivazione e la lavorazione del chinotto di Savona risale alla fine del diciottesimo secolo; a distanza di circa 100 anni, è stata fondata la “Società Cooperativa dei Chinotti”, a cui venne affidata la coltivazione, la raccolta e la commercializzazione dell’agrume. Più o meno contemporaneamente fu aperta in Liguria la prima industria pasticcera di canditura: si trattava dell’azienda francese Silvestre-Allemand, che dal sud-est della Francia si trasferì in Italia. Ispirandosi a questa nuova realtà, cominciarono a sorgere stabilimenti locali che si occupavano non solo di canditura, ma anche della realizzazione di sciroppi, bevande e digestivi a base di chinotto.

La coltivazione e la lavorazione del chinotto di Savona ebbero un discreto successo fino agli anni Venti del Novecento, in corrispondenza dei quali cominciò una profonda crisi dovuta, tra l’altro, a una serie di gelate che ebbero effetti nefasti sugli arbusti dell’agrume. Da allora il chinotto di Savona è diventato un prodotto di nicchia. Anche l’esportazione di questo agrume oltreconfine, dopo un significativo successo, ha finito con l’estinguersi quasi del tutto.

 

Chinotto di Savona: particolari

 

Caratteristiche del Chinotto di Savona

Il chinotto di Savona nasce da un arbusto sempreverde, che cresce a grappoli. Presenta le seguenti caratteristiche:

  • un profumo intenso e gradevole
  • una buccia molto sottile di colore tra il giallo e l’arancione
  • una polpa gialla non molto sugosa
  • un gusto amarognolo
  • la presenza di circa 10 spicchi

Va detto, infine, che questa eccellenza agroalimentare italiana è molto apprezzata anche all’estero.

 

Parte interna del chinotto di Savona

 

Utilizzo del chinotto di Savona

In primo luogo, questo agrume viene utilizzato per preparare l’omonima e famosa bevanda gassata, che solitamente viene servita come aperitivo e che è caratterizzata da un retrogusto amarognolo, ma molto gradevole. Inoltre, il chinotto di Savona viene utilizzato per la preparazione di canditi, conserve e mostarde.

I fiori e le foglie del chinotto, invece, vengono impiegate per preparare prodotti di erboristeria, come, ad esempio, le tisane detox, quelle che favoriscono il processo digestivo e le tisane rilassanti che conciliano il sonno.

 



 

Il Presidio Slow Food

Per la tutela del Chinotto di Savona è stato istituito nel 2004 un Presidio Slow Food. Esso è finalizzato a valorizzarne la coltivazione, a rilanciare l’arte della canditura e a favorire la commercializzazione del chinotto in qualità di prodotto tipico.

Poiché la pianta è a rischio di estinzione, in tempi recenti è stata promossa dal comune di Quiliano la coltivazione estensiva del chinotto di Savona presso il Parco di San Pietro in Carpignano.

Categorie correlate

Esperienze simili

Prodotti — Calabria 3 min

Cipolla di Tropea, l’oro rosso della Calabria

Tutto sulla cipolla di Tropea: caratteristiche, benefici e sagre dedicate a questo gustoso ortaggio tipico calabrese famoso nel mondo per il suo sapore.
Prodotti — Sardegna 3 min

Carciofo Spinoso di Sardegna, ortaggio dal cuore tenero

Storia, caratteristiche e proprietà del Carciofo Spinoso di Sardegna, prodotto DOP ed eccellenza enogastronomica italiana che trova tanti impieghi in cucina.
Prodotti — Sardegna 2 min

Pompia, l’agrume sardo perfetto per dolci e liquori

Caratteristiche, origini e modalità di impiego in cucina della pompia, raro agrume della Sardegna coltivato nei territori di Siniscola, Posada, Torpè e Orosei.

Regioni correlate

Esperienze simili

Prodotti — Liguria 3 min

Aglio di Vessalico, il prodotto Slow Food eccellenza della Liguria

Aglio di Vessalico: proprietà, benefici, periodo di semina e raccolta, come viene utilizzato in cucina e la fiera dedicata a questo prodotto Slow Food della Liguria.
Storie — Liguria 4 min

Borea & Rossi: la Liguria da bere

Intervista ai soci di Borea & Rossi, l’azienda ligure che produce e vende bevande utilizzando prodotti tipici della Liguria come il Basilico Genovese DOP.

Da non perdere

Storie — Basilicata

Pasta di Stigliano, eccellenza lucana del gusto

Intervista a Mimmo Balsano, titolare di “Pasta di Stigliano”, pastificio artigianale lucano che utilizza solo grani locali e strizza l’occhio alla tradizione locale.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di Italian Food Experience.

it Italiano
X