italian food experience loading

Biferno Rosso DOC

23 ott — 2017   Lettura 1 min
Prodotti Molise
i vini italiani di #italianfoodexperience

i vini italiani di #italianfoodexperience

Il Biferno è uno dei vini più pregiati del Molise. Nel 1983 ha ottenuto la denominazione di origine controllatasuccessivamente, nel 2006, è stato deliberato un nuovo disciplinare, per cui si può parlare di un DOC nuovo, anche se basato su una legislazione già esistente.

Il suo nome deriva dal Biferno, il principale fiume del Molise, già conosciuto in epoca romana come Tifernus e descritto da Plinio e Mela: il nome attribuito a tale fiume deriva dalla particolare conformazione a “due bocche”, originatasi nel territorio di Boiano.

Nelle campagne intorno a Campobasso sono coltivati i vigneti che danno origine al Biferno, nelle sue tre versioni Bianco, Rosso e Rosato  (anche nella versione Riserva). Il vitigno principale per la produzione del Biferno è il Montepulciano, a cui si affianca l’Aglianico e altri vitigni scuri. In particolare, l’Aglianico ha una produttività abbondante, predilige i terreni di origine vulcanica ma si adatta a tutti i tipi di suolo, anche se è particolarmente sensibile al freddoPer questa ultima caratteristica, il Biferno è stato recentemente piantato anche in Australia, dove il clima è particolarmente soleggiato e caldo.

LA ZONA DI PRODUZIONE

Le uve destinate alla produzione dei vini a denominazione di origine controllata “Biferno” devono essere prodotte nei comuni di Campobasso, Campomarino, Colletorto, Mirabello Sannitico, Montenero di Bisaccia, Portocannone, Termoli, Rotello, San Giacomo degli Schiavoni e Tufara, tutti in provincia di Campobasso.

 

SCHEDA TECNICA

Denominazione Biferno Doc
Varietà d’uva Montepulciano: minimo 70% – massimo 80%; Aglianico: minimo 10% - massimo 20%
Resa Di Uva In Vino Max 20% di uve a bacca nera, non aromatici, idonei alla coltivazione nella Regione Molise.
Vinificazione e Affinamento Max 70% Le operazioni di vinificazione, ivi compreso l’invecchiamento devono essere effettuate all’interno della zona di produzione. Nelle fasi di vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche enologiche leali e costanti della zona atte a conferire ai vini le loro peculiari caratteristiche di qualità.
Colore Rubino più o meno intenso, con riflessi granati se invecchiato
Profumo Gradevole, caratteristico, con profumo etereo se invecchiato
Gusto Asciutto, armonico, vellutato, giustamente tannico
Alcol 11,50% vol
Acidità 4,50 g/l
Abbinamenti Particolarmente indicato per accompagnare carni bianche al forno, carni rosse alla griglia, pecorino stagionato, soppressata, piatti di polenta al ragù o paste elaborate.
Temperatura ideale di Servizio 16-18 °C

Denominazione Biferno Doc
Varietà d’uva Montepulciano: minimo 70% – massimo 80%; Aglianico: minimo 10% - massimo 20%
Resa Di Uva In Vino Max 20% di uve a bacca nera, non aromatici, idonei alla coltivazione nella Regione Molise.
Vinificazione e Affinamento Max 70% Le operazioni di vinificazione, ivi compreso l’invecchiamento devono essere effettuate all’interno della zona di produzione. Nelle fasi di vinificazione sono ammesse soltanto le pratiche enologiche leali e costanti della zona atte a conferire ai vini le loro peculiari caratteristiche di qualità.
Colore Rubino più o meno intenso, con riflessi granati se invecchiato
Profumo Gradevole, caratteristico, con profumo etereo se invecchiato
Gusto Asciutto, armonico, vellutato, giustamente tannico
Alcol 11,50% vol
Acidità 4,50 g/l
Abbinamenti Particolarmente indicato per accompagnare carni bianche al forno, carni rosse alla griglia, pecorino stagionato, soppressata, piatti di polenta al ragù o paste elaborate.
Temperatura ideale di Servizio 16-18 °C

COMMENTI

Categorie correlate

Esperienze simili

Prodotti — Sardegna 1 min

Vermentino di Gallura

Vermentino di Gallura: storia, caratteristiche, zona di produzione e scheda tecnica di questo vino bianco prodotto nin Sardegna.
Prodotti — Lazio 1 min

Cesanese del Piglio o Piglio DOCG

Cesanese del Piglio o Piglio DOCG: storia, caratteristiche, zona di produzione e scheda tecnica di questo vino prodotto nel Lazio.
Prodotti — Veneto 2 min

Asparago bianco di Bassano, una prelibatezza che sa di Primavera

Asparago bianco di Bassano è un prodotto DOP. Con Italian Food Experiece impariamo a conoscerlo: caratteristiche, ricette e curiosità di questo prelibato prodotto agroalimentare, che rappresenta uno dei punti forza del territorio veneto.

Regioni correlate

Esperienze simili

Prodotti — Veneto 1 min

Vino Italiano – Eccellenza del Gusto

Mappa dei vini italiani censiti su Italian Food Experience, regione per regione, con link alle schede di ogni vino.

Da non perdere

Storie — Basilicata

Pasta di Stigliano, eccellenza lucana del gusto

Intervista a Mimmo Balsano, titolare di “Pasta di Stigliano”, pastificio artigianale lucano che utilizza solo grani locali e strizza l’occhio alla tradizione locale.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di Italian Food Experience.

it Italiano
X