italian food experience loading

Non chiamatelo (solo) “food”. I micrortaggi e la startup Migreen Food

30 mar — 2018   Lettura 2 min
News

Sono piantine da poco germinate dal seme (plantule), con foglie di diverse forme e colori – dal verde al giallo al rosso al viola – definite, a dispetto dell’apparenza, Super Food. Sono i microtaggi, plantule commestibili non portate completamente a maturazione e con un ciclo di crescita di 10 – 15 giorni. Hanno eccezionali proprietà nutritive e antiossidanti, grazie alla concentrazione di vitamina C, E e K e sono già diffusi da tempo nell’Europa del Nord e in America. I micrortaggi si stanno progressivamente affermando anche nel mercato italiano e non manca chi, richiamato dalle potenzialità della “terra”, ha deciso di farne un progetto d’impresa.

 

A Terlizzi, in provincia di Bari, è nata la startup Migreen Food, vincitrice di Puglia Startup Pitch Session 2017 e tra i partecipanti della terza edizione di Seeds&Chips, the Global Food Innovation Summit.

É stata fondata da Milena Mastropierro, una ragazza di (quasi) trent’anni che ha trasformato la sua passione per i micrortaggi in un mestiere. Dopo aver consultato diversi studi, anche grazie al contatto con la facoltà di agraria dell’Università di Bari, ha rimesso in piedi una stalla abbandonata di 90 , realizzando all’interno un impianto di coltivazione intensiva indoor. Si tratta di un sistema multistrato di oltre 2 m di altezza dotato di led alimentati da energia fotovoltaica, dove crescono i micrortaggi, freschi tutto l’anno.

La capacità produttiva è alquanto significativa: oltre 100 cartoni a settimana, ognuno con 8 vaschette da 250 grammi di micrortaggi, piantati nel substrato.

 

 

Migreen Food produce principalmente micrortaggi a km 0, legati ai sapori della Puglia, come, per esempio, quelli delle cime di rapa.

Le partnership con il Dott. Lucarelli, agronomo e consulente tecnico, e Felice Sgarra, Chef con Stella Michelin che segue la parte relativa al gusto e al sapore, rendono il processo di coltivazione e di selezione dei prodotti in costante evoluzione. C’è infatti da considerare che i micrortaggi sono usati principalmente per decorare i piatti, vista la loro conformazione e varietà di colori, per cui sono molto diffusi nel mercato dei ristoranti gourmet. Un’attenta individuazione dei sapori permette, però, di associarli ad altri ingredienti, per creare insalate, bruschette, contorni e piatti vegani.

I micrortaggi Migreen Food sono distribuiti principalmente in alcuni ristoranti e sale ricevimenti della provincia di Bari. L’obiettivo è coprire tutta la Puglia per estendersi sul territorio nazionale e arrivare nella GDO.

Categorie correlate

Esperienze simili

News 4 min

Bere acqua è importante, in estate lo è ancora di più

Benefici e alcuni pratici consigli su come e quando bere acqua, azione importante per soddisfare il fabbisogno idrico del nostro organismo e stare bene.
News 3 min

Il cibo come cultura: la cucina italiana tra arte, storia e tradizione

Un piatto di spaghetti al pomodoro non è solo un cibo, ma è il simbolo dell'identità culturale di un paese. "Il cibo come cultura" è un libro che ci fa riflettere sulle nostre abitudini alimentari ma soprattutto sulla nostra identità.
News 4 min

Novel Food: tutto quello che avreste voluto sapere ma non avete mai osato chiedere

Curiosità e normative sui prodotti Novel Food, tutti quegli alimenti che hanno origine a partire da nuovi ingredienti, mediante l’uso di biotecnologie o processi tecnologici moderni che ne riescono a trasformare la struttura genetica.

Da non perdere

Storie — Liguria

Alla scoperta di sapori antichi nel cuore della Liguria

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di Italian Food Experience.