italian food experience loading

Tutti a Mantova per il Food & Science Festival 2018

16 mag — 2018   Lettura 3 min
News

Dal 18 al 20 maggio la città di Mantova ospiterà il Food & Science Festival, un evento internazionale per conoscere e approfondire in maniera creativa e accessibile le tematiche legate alla scienza della produzione e del consumo del cibo, ma anche sperimentare dal vivo l’innovazione, le storie e le sfide di cui cibo e settore agroalimentare sono portatori.

L’evento, promosso da Confagricoltura Mantova, ideato da FRAME e organizzato da Mantova Agricola (con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Lombardia, Comune di Mantova e Camera di Commercio di Mantova come partner istituzionali), è un grande appuntamento di divulgazione scientifica: oltre cento eventi tra conferenze, mostre e altre attività con ospiti di rilievo nazionale e internazionale. È previsto un forte afflusso di pubblico tra professionisti e curiosi di tutte le età, pronti a vivere e conoscere luoghi di confronto, divertimento, formazione e interazione dove, attraverso il cibo, poter scoprire e percepire il futuro che ci aspetta.

 

Piazza delle Erbe - Foto: Pagina Facebook Food & Science Festival di Mantova

Nella foto, Piazza delle Erbe – Foto: Pagina Facebook Food & Science Festival di Mantova

 

Food & Science Festival 2018: eventi in programma

Tante, quindi, le attività in programma nate per raccontare il territorio unendo scienza e piacere, agricoltura e cultura, oltre ad offrire agli agricoltori occasione di aggiornamento e condivisione di informazioni ed esperienze.

La città lombarda e il centro storico, noto per l’architettura rinascimentale, saranno i punti per incontri, laboratori, degustazioni e spettacoli dedicati alla scienza del cibo.

Le proposte per l’edizione del 2018 sono:

  1. l’equilibrio, il “nuovo” filo conduttore tematico che lega simbolicamente tutti gli appuntamenti. Equilibrio inteso come condizione di quiete in cui si riescono a comprendere e bilanciare due o più forze contrastanti: agricoltura e ambiente, risorse ed economia, produzione ed etica, tradizione e innovazione;
  2. il mercato dei piccoli artigiani e vivaisti, uno spazio in cui dialogare con chi coltiva, trasforma, crea, per scoprire la scienza dietro tradizione, innovazione e arte. L’obiettivo è trasmettere ai ragazzi l’importanza di adottare i giusti comportamenti, limitando o correggendo l’influenza che essi hanno non solo sul clima o sull’inquinamento, ma anche su specie animali e vegetali particolarmente delicate. Dall’equilibrio di tutti gli ecosistemi dipende il nostro futuro;
  3. concerto a base di ortaggi suonato da “The Vegetable Orchestra”.
    Fondata in Austria nel 1998 e composta da artisti dalle specializzazioni decisamente eclettiche: musicisti, designer, visual artists, che propongono uno spettacolo esclusivamente a base di ortaggi e verdure. Protagonisti della serata saranno gli strumenti imprevedibili, come le “zucche percussioni”, le carote intagliate come flauti dolci, le “melanzane nacchere” o gli agri-fantascientifici “cucumberphones”;
  4. mostre di apprendimento per scoprire la storia della cucina italiana come: i 10mila anni di coltivazione del riso è dedicata la mostra Human Rice e gli aspetti più innovativi della sana alimentazione con l’evento “Io vivo sano”, per spiegare ai più giovani come il cibo interagisce con le cellule e il DNA e, come le scelte alimentari possono influenzare la salute;
  5. la scienza nell’orto è uno spettacolo interattivo, in cui gli spettatori sono invitati a selezionare una serie di cibi in modo del tutto fantasioso. L’obiettivo è creare gli abbinamenti più spericolati e le ricette più curiose. Uno show, un gioco, un menù in cui gli alimenti diventano i veri protagonisti. Senza guardare alle proprietà nutritive o dietetiche di un alimento e/o i corretti apporti calorici.

Oltre alle tante novità in programma, sono state proposte una serie di attività che, pur coinvolgendo temi diversi, rientrano nella sfera di interessi coperti da Mantova Food & Science. Momenti pensati per accompagnare il pubblico mentre visita la città o come intermezzo tra un incontro e l’altro.

Durante il Festival sarà dunque possibile degustare e percorrere itinerari del gusto per guidare il pubblico verso una migliore conoscenza della scienza degli alimenti.

Categorie correlate

Esperienze simili

News 2 min

Friend Of The Sea, il marchio di qualità per i prodotti ittici sostenibili

La certificazione Friend of the Sea, proviene da un'organizzazione non governativa presente da ormai 10 anni in circa 100 paesi sparsi per tutto il mondo per riconoscere quei prodotti ittici che seguono parametri sostenibili.
News 1 min

Mammamiaaa! La cena social che parte da Matera

Mammamiaaa è un progetto del programma culturale di Matera 2019, Capitale Europea della Cultura. Fa parte del tema “Radici e percorsi” e il suo obiettivo è, come in Italian Food Experience, quello di parlare di Cibo come Cultura.
News 2 min

Partecipa alla Creative Business Cup e rivoluziona con noi il settore Food

Da quest'anno Italian Foof Experience è partner della Creative Business Cup Italia con un Premio. Cerchiamo start-up creative e innovative.

Da non perdere

Storie — Basilicata

Pasta di Stigliano, eccellenza lucana del gusto

Intervista a Mimmo Balsano, titolare di “Pasta di Stigliano”, pastificio artigianale lucano che utilizza solo grani locali e strizza l’occhio alla tradizione locale.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di Italian Food Experience.

it Italiano
X