italian food experience loading

Costiera Amalfitana, un sogno da vivere tra mare e monti

14 mag — 2018   Lettura 4 min
Itinerari Campania

La Costiera Amalfitana è uno dei luoghi più affascinanti e pittoreschi del mondo. Non a caso, è stata inserita dall’Unesco nella esclusiva lista del Patrimonio dell’Umanità.

Vediamo nel dettaglio tutto quello che c’è da scoprire su questa area geografica di rara bellezza, compresi alcuni prodotti tipici.

 

 

Costiera Amalfitana, un sogno tra mare e monti

Questo splendido tratto di costa, compreso tra il Golfo di Napoli e quello di Salerno, è composto da 16 deliziose cittadine; il comune più importante è Amalfi (che dà il nome all’intera area) e che nel decimo secolo fu una delle quattro Repubbliche Marinare, conquistandosi da allora in poi un posto di rilevo da un punto di vista storico e geografico.

La Costiera Amalfitana è un posto davvero unico, dove si fondono la bellezza del mare e il fascino della montagna: le lunghe strade tortuose, le pareti a picco sull’acqua, le viuzze e le scalinate, i terrazzamenti coltivati a limoni, le baie solitarie e i deliziosi borghi, rendono questa località un vero e proprio eden.  D’altra parte, è anche vero che ciascun comune della Costiera Amalfitana è diverso dall’altro, presentando caratteristiche che lo rendono riconoscibile e speciale. Tutti i vicoli e le strade di questi deliziosi borghi marinari, lo ricordiamo, sono decorati con le ceramiche artistiche realizzate a mano dagli artigiani locali.

 

Cosa vedere in Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana rappresenta perfettamente i paesaggi e la cultura mediterranea ed è molto apprezzata dai turisti di tutto il mondo non solo per le bellezze naturali e i suoi paesaggi, ma anche per monumenti architettonici quali:

  • la torre Saracena di Cetara, che risale all’epoca angioina;
  • la cattedrale romanica e il Chiostro del Paradiso di Amalfi;
  • la chiesa di San Salvatore de’ Bireto presso Atrani, il cui nome deriva dal rito dell’investitura che prevedeva per l’appunto l’imposizione del bireto, cioè il berretto dogale;
  • Villa Rufolo, che costituisce il centro storico e culturale della splendida cittadina di Ravello: si tratta di un elegante edificio che si erge di fronte alla Cattedrale, presso la Piazza del Vescovado. La villa fu costruita nel tredicesimo secolo e ristrutturata nel diciannovesimo;
  • la cupola in maiolica della chiesa di Santa Maria Assunta, a Positano;
  • la Villa Marittima Romana, a Minori, costruita intorno al I secolo d.C., che conserva stupendi affreschi e mosaici.

In Costiera è possibile ammirare anche l’unico fiordo esistente in Italia, nella splendida località di Furore. Altra tappa da non perdere è la Grotta dello Smeraldo, a Conca dei Marini: questo magico luogo viene raggiunto attraverso una scalinata o tramite ascensore. All’interno della grotta, stalattiti e stalagmiti si uniscono a formare colonne alte anche più di 10 metri, riflettendosi nell’acqua color smeraldo che caratterizza la grotta.

 

La ceramica della Costiera Amalfitana

La ceramica della Costiera Amalfitana

 

Artigianato e attività commerciali in Costiera

La produzione della rinomata carta di Amalfi e le celebri ceramiche artistiche di Vietri Sul Mare sono due tra le più importanti attività commerciali della Costiera Amalfitana.

La fabbricazione della carta risale al tredicesimo secolo e rappresenta, soprattutto per Amalfi, una importantissima tradizione e un simbolo della città stessa: non a caso, esiste un museo della carta al cui interno è possibile visionare antichi macchinari e tutti gli strumenti che venivano impiegati per realizzare la carta manualmente.

Per quanto riguarda la tradizionale produzione di oggetti in ceramica, il centro più importante di questa attività è Vietri sul Mare e rappresenta uno dei capisaldi dell’economia locale: fu tra l’Ottocento e il Novecento che la produzione artigianale raggiunse caratteristiche qualitative e dimensionali uniche. Nel corso dei secoli, diversi sono stati i contributi esterni dati alla produzione della ceramica vietrese, tra cui quello di esperti chimici che trasferirono il loro sapere nell’arte della ceramica vietrese, dando vita a colori e sfumature tipiche di questa attività.

 

 

Prodotti tipici della Costiera Amalfitana

La coltivazione dei limoni, la produzione di olio e di latticini rappresentano le attività più importanti della costiera.

Il limone di tipo sfusato, con cui tra l’altro si ricava il celebre limoncello, è caratterizzato da una scorza spessa e piuttosto irregolare. La polpa di questo agrume è molto succosa e assai profumata, oltre a essere quasi del tutto senza semi. Grazie alla loro bontà e al fatto di essere una fonte preziosa di vitamina C, i limoni della costiera hanno ottenuto l’ambito marchio I.G.P. (Indicazione geografica protetta).

Per quanto riguarda la produzione di olio, la coltivazione delle olive in Costiera Amalfitana risale ai tempi dei greci. Si tratta di un olio corposo, ricco di un gusto naturale che sottolinea sapori dei cibi sui quali viene utilizzato. L’olio della Costiera Amalfitana è un prodotto certificato con marchio DOP ed è molto buono se usato come condimento, pur apprezzandone a pieno gusto e qualità se utilizzato a crudo sul pane o accompagnato da pomodorini e formaggi tipici della Costiera.

 

Una visita a Sal De Riso

In questo itinerario dell’esperienza sulla Costiera Amalfitana, non non può mancare una visita a Sal De Riso, il pasticcere più amato dagli italiani e “Ambasciatore del Gusto” dell’intera Costiera.

Classe 1966, originario di Minori (a 4 chilometri da Amalfi), Salvatore De Riso – in arte Sal De Riso – è uno dei Maestri Pasticceri tra i più apprezzati e conosciuti nel nostro Paese, forse grazie anche alla visibilità mediatica ottenuta con La Prova del Cuoco, il programma televisivo dedicato alla cucina condotto da Antonella Clerici.

Sal De Riso è famoso per alcune sue “opere d’arte” di alta pasticceria come il Panettone al Limoncello, adornato da limoni canditi di Amalfi Igp; la “Ricotta e pere”, ossia due strati di pan di Spagna alle nocciole di Giffoni uniti da una morbida crema alla ricotta di Tramonti e pezzetti di pere candite; la Delizia al Limone, semisfere di pan di Spagna farcite da una crema al limone.

La sua pasticceria è una tappa obbligatoria per chi desidera provare davvero i gustosi sapori della Costiera Amalfitana.

COMMENTI

Categorie correlate

Esperienze simili

Itinerari — Lombardia 2 min

ATMosfera: visitare Milano con gusto

ATMosfera Milano è il progetto ideato dalla società dei trasporti del capoluogo lombardo che offre nuova formula per visitare Milano attraverso aperitivi e cene nei tram. Come nasce, percorsi e design dei mezzi.
Itinerari — Abruzzo 2 min

Piana del Fucino, la pianura nata da un antico lago

Piana del Fucino: i luoghi da visitare e i prodotti tipici da gustare in quest’area geografica dell’Abruzzo nata dopo il prosciugamento dell’omonimo lago.
Itinerari — Sicilia 3 min

Mazara del Vallo, il balcone del Mediterraneo

Conosciamo Mazara del Vallo, i luoghi, le attività più caratteristiche e i prodotti tipici di questo comune siciliano, tra cui il famoso gambero rosso.

Regioni correlate

Esperienze simili

Itinerari — Campania 4 min

Cilento: mare azzurro, montagne maestose e patrimoni Unesco

Alla scoperta del Cilento, dei suoi luoghi più caratteristici e dei prodotti tipici di questo bellissimo territorio della provincia di Salerno, patrimoni Unesco.
Prodotti — Campania 1 min

Taurasi DOCG

%%title%%: storia, caratteristiche, zona di produzione e scheda tecnica di questo vino campano prodotto nell'area nord-est di Avellino.
Storie — Campania 6 min

Biospira, una start-up italiana di “super-food”

Intervista al team di Biospira Srl, start-up italiana che produce l'alga spirulina, integratore alimentare al 100% naturale utilizzato anche per i piatti tipici nostrani.

Da non perdere

Storie — Basilicata

Pasta di Stigliano, eccellenza lucana del gusto

Intervista a Mimmo Balsano, titolare di “Pasta di Stigliano”, pastificio artigianale lucano che utilizza solo grani locali e strizza l’occhio alla tradizione locale.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di Italian Food Experience.

it Italiano
X